L’amica geniale che c’è in noi.

image

«La voce incastonata nella scrittura mi travolse… era del tutto depurata dalle scorie di quando si parla».

Dopo tanto tempo sono riuscita a tornare  leggere non “per lavoro” ma per diletto puro. E così in un pomeriggio estivo ho “divorato” l’Amica Geniale di Elena Ferrante.

Ora mi ritrovo contesa a metà tra le protagoniste del  bellissimo romanzo di formazione o “Bildungsroman” edito da e/o, Lila ed Elena.

Tra la violenza respirata sin da bambini che chi ha vissuto il meridione conosce bene, Piccole donne e i sogni per uscire dalla povertà che sono stati anche i miei. Tra i libri, la scrittura, lo studio e l’amore per il sapere e il suo divieto “per aiutare la famiglia” (che io stessa ho provato come Lila). Tra quegli insegnanti che possono determinare il riscatto anche in chi, figlio di classi sociali povere o modeste, non potrebbe altrimenti aspirare. Descrivendo benissimo la trappola di  una visione della vita che non è la propria ma sacrificio per gli altri. Con un prezzo da pagare che non ho ancora letto, ma che già conosco.

Insomma “L’amica geniale”, primo volume di una quadrilogia mi ha riaperto porte che pensavo chiuse, in un momento particolare della mia vita.  E certamente rivela la grande profondità e la scrittura in tensione di Elena Ferrante che a me ha ricordato in alcuni punti la commozione che provai leggendo “Il mare non bagna Napoli” di Anna Maria Ortese.

La capacità di riuscire a far immedesimare il lettore, di tenerlo sulla pagina e di portarlo a rivivere altre vite ed altre città (“senza amore”), ma anche a rivivere la propria, è dei grandi autori ed è sempre più difficile da trovare nel mare magnum dei titoli pubblicati.

Grazie a chi mi ha consigliato questa avventura nel mondo di Elena Ferrante (che avevo sfiorato ai tempi de “L’amore molesto”) che a mia volta ringrazio con questa piccola e personale recensione, dono a chi mi ha ridato, per qualche ora, il piacere della vera lettura.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: