#CharlieHebdo: l’anima della Francia che abbiamo imparato ad amare e “una morte stupida e cattiva” ( merci à @ChawkySenouci)

Ho chiesto al caro amico e collega, Chawki Senouci, Caposervizio Esteri a Radiopopolare, di poter condividere il suo editoriale di stamani in apertura al radiogiornale, dopo la triste giornata di ieri che ha visto due attentatori causare la morte di dodici persone, a colpi di kalashnikov. Dal direttore di Charlie Hebdo, Stéphan Charbonnier (che si firmava Charb), il famoso disegnatore francese Georges Wolinski, i disegnatori che si firmavano Cabu, Tignous, Honoré e quattro altre persone che collaboravano con il giornale, un inserviente e due agenti di polizia.
"Adieu Cabu, Wolinski, Tignous, Charb…" by @Zeptheworld pour Le Monde 7 janvier 2015

“Adieu Cabu, Wolinski, Tignous, Charb…” by @Zeptheworld pour Le Monde 7 janvier 2015

“Parigi ha avuto il suo undici settembre. Ma a differenza di New York, Madrid e Londra, questa volta il terrorismo non ha colpito in modo indiscriminato: nessuna torre, nessun treno e nessuna metropolitana.
Ha scelto la sede di un giornale, simbolo in occidente, di democrazia.
 
Charlie Hebdo era considerato un nemico da abbattere, perché aveva sostenuto l’autore delle vignette di Maometto e lo ha fatto solo in nome della liberà di stampa e di espressione.
Cosi in un colpo, abbiamo perso l’intera redazione, tra cui i fuoriclasse del disegno satirico: Cabu, Wolinski, Charb, Honoré e Tignous.
 
Le Monde ha dedicato loro una vignetta: i disegnatori sono accolti da Dio che sfoglia Charlie Hebdo.
Il primo ad arrivare in cielo è Cabu, questo fa dire a Dio: per una volta sei in anticipo. Il titolo della vignetta: Una morte stupida e cattiva. Come il loro giornale che si definiva stupido e cattivo.
 
Cioè l’essenza della satira, della Parigi pessimista e cinica, irriverente e ribelle dei quartieri operai. Ed è li che Charlie Hebdo aveva eletto domicilio, nei pressi di Boulevard Richard Lenoir, dove si trova la casa del commissario Maigret, secondo Simenon, a pochi metri dalla Bastiglia, la piazza simbolo della rivoluzione Francese.
Oltre ad un giornale, il 7 gennaio 2015 è stato colpito Il cuore e l’anima della Francia che abbiamo imparato ad amare.”
Per approfondire:

La puntata dell’8 gennaio 2014 di Esteri

La puntata del 7 gennaio 2014 di Esteri

Le Monde “Charlie Hebdo, un journal regulierment menacè” (in francese)

Il video della serata in solidarietà con Charlie Hebdo organizzata da Mediapart con i giornalisti di moltissime testate francesi

Avec Charlie Hebdo, contre la haine, pour la liberté

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: