Quello che possiamo fare per cambiare: illuminiamo le Lampedusa del mondo #nessunoescluso

Attesa_per_Lampedusa_@sciabicaUn segno. Nel mare della retorica e dell’ipocrisia nostrana sulla strage infinita di Lampedusa e sul disastro umano dei CIE, centri di identificazione ed esplusione, è arrivato e lo accolgo.

“Anche Gesù fu profugo, è un dovere accogliere i migranti’. Una frase che non può che essere condivisa dalle donne e gli uomini di buona volontà, credenti e non credenti che siano, che abbiamo nel cuore i valori dell’accoglienza e della inclusione sociale.”

Due siti distanti forse per provenienza e pensiero, come Articolo 21 e San Francesco d’Assisi, fanno proprie queste parole e lanciano oggi 31 dicembre 2013 un appello:Nessuno escluso, illuminiamo le Lampedusa del mondo”  affinchè politica, istituzioni e semplici cittadini non spengano i riflettori sulla tragedia che ogni giorno coinvolge uomini e donne di ogni paese.

Lo fanno pubblicando in prima un’immagine simbolo dei migranti, vittime del nostro tempo, concessa gratuitamente da Fabrica, tratta dal progetto Sciabica lanciato all’indomani del naufragio del 3 ottobre a Lampedusa.  E aprono un confronto sul tema tramite l’hashtag #nessunoescluso .

“L’immagine che riprende alcuni migranti rivolti verso il mare di Lampedusa, via di fuga e di speranza, è accompagnata dalla frase di Papa Francesco: ‘Anche Gesù fu profugo, è un dovere accogliere i migranti’. Una frase che non può che essere condivisa dalle donne e gli uomini di buona volontà, credenti e non credenti che siano, che abbiamo nel cuore i valori dell’accoglienza e della inclusione sociale. Per queste ragioni” – concludono padre Enzo Fortunato e Beppe Giulietti  “chiediamo a siti, blogger, giornalisti, addetti alla comunicazione e a tutti i cittadini di condividere e rilanciare questa iniziativa. In fin dei conti siamo tutti migranti”.

In fin dei conti siamo tutti migranti. E io non lo dimentico.

Ecco uno dei tanti, piccoli gesti, che magari possono sembrare insignificanti, ma non lo sono, per promuovere il cambiamento.

E per ritrovare la nostra coscienza perduta.

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: