ciclofolli, ciclobelli, cicloresistenti

Bellissimo posti di Luca.

ammennicolidipensiero

Sembrava ci si volessero mettere tutti quanti gli dei dell’olimpo meteorologico, quest’anno, a volerla fermare, sentendo gli scrosci che alle due della notte precedente picchiettavano le finestre. E invece, su le tapparelle, il sole fa capolino al mattino della domenica, e allora via, si parte, mantelline nella borsa, merende e borracce pronte in un niente, il carrellino per i bimbi agganciato, una gonfiata alle gomme che non si sa mai. Andiamo, ci siamo anche stavolta, non i mille, i duemila delle calde domeniche degli anni passati; stavolta solo i duecento, trecento, forse qualcuno in più, ma è bello pensarsi irriducibili, a scivolare su due ruote tra strade lastricate da papaveri, orgogliosi della propria tenace resistenza alle tormente di questi giorni, e da un tripudio di fiori di robinia, appesi o a ricoprir l’asfalto, a ricordare che nonostante l’apparenza è primavera.
Scivolano, le due ruote, scivolano tra i colori delle bandiere appese alle…

View original post 525 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: