Donne e 8 marzo: no, non è amore #nonèamore

Non_è_amore_@caritasambrosiana_@falacosagiusta6 milioni e 743 mila le donne tra i 16 e i 70 anni che nel 2007  (dati Istat vecchi,  non ci sono aggiornamenti) dichiaravano di essere state vittime di violenza fisica o sessuale nel corso della loro vita.

6 milioni e 92.000 quelle che hanno subito violenza psicologica.

Si stima che in circa il 95% dei casi la violenza – che sia perpetrata da un partner o da un non partner – non venga denunciata.

Nel 2012 in Italia 128 donne sono state uccise dai loro mariti, compagni, fidanzati.

No, non è amore. E questo 8 marzo non lo festeggiamo così.

Tra donne sempre più disoccupate, più sole, più violentate.

Non calchiamo la mano, ci limitamo a constatare freddi dati e altrettanto fredde statistiche.

Che raccontano un’Italia ancora lontana dagli obiettivi di civiltà e cultura come meriterebbe uno dei paesi più importanti d’Europa e del mondo.

Ecco perchè un otto marzo di resistenza, di ascolto e di aiuto.

Settimana prossima a Fa’ la Cosa Giusta, Caritas Ambrosiana ci invita ad un viaggio che certo ci turberà.

L’anno scorso eravamo entrati in una cella 3 metri per 2, che simulava la vita di un detenuto negli istituti di pena italiani.

Quest’anno i visitatori passeranno all’interno di un cubo nero, una sorta di camera oscura, che smonterà i pregiudizi sul rapporto uomo-donna: e ciò che all’inizio poteva essere interpretato come un gesto affettuoso si rivela per quello che è.

Terminato il percorso sensoriale, si apre un’ulteriore fase, quella della “messa in gioco”, della riflessione, curata e guidata da operatrici sociali ed esperte.

Una goccia nel mare della crudeltà che colpisce anche le donne nel nostro paese, da nord a sud, di ogni ceto sociale e religione.

Una goccia che può, però, dimostrare che si può sperare e ricominciare.

“Ci sei dentro tu. Ci siamo dentro tutti”.

Post scrictum…mentre scrivevo questo post l’altra notte, un bambino chiamava la polizia per salvare la mamma dalle botte del padre…

Per saperne di più:

1522 e la Rete Antiviolenza Ministero Pari Opportunità.

Non è amore – Caritas Ambrosiana

Violenza sulle donne, il silenzio è rotto. Barbara Stefanelli

Per le donne scriviamo un’altra storia. Michela Murgia

Strage di donne, Presa diretta

A che punto sono le donne italiane Luisa Betti

Cedaw

No more

Comments

  1. È inquietante il numero delle vittime e degli abusi di cui ogni giorno si legge. C’è la mancanza di rispetto e di amore in un mondo egoista ed edonista. Negli ultimi anni, nonostante le campagne di sensibilizzazione, non c’è stata una limitazione di attacchi alle donne, il cui peggior nemico è proprio in casa. Io spero che tutta la comunicazione e gli episodi che passano sui media, possano spingere le altre vittime a denunciare i propri aguzzini.

    La mimosa dovrebbe fiorire tutto l’anno e per tutte le donne, di ogni età ed etnia. Un pensiero a tutte le donne ed alla loro bellezza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: