Non basta parlare di #pace…

…un giorno all’anno, ma bisogna farlo sempre. E costruirla, pezzettino per pezzettino, senza retorica, per carità, ma con serietà.

E non facciamo dare dei sognatori o degli utopisti.  I pacifisti, ora più che mai, sono degli irriducibili realisti.

Che chiedono il rispetto della Costituzione Italiana, e di quel famoso articolo 11 che il nostro Paese, impegnato in 29  missioni di “pace” in 21 paesi nel mondo, viola ogni giorno. A fronte di,  circa, un miliardo e mezzo di euro all’anno per mantenere il corpo militare in missione.

Che chiedono che 24 miliardi di euro l’anno per la spesa degli armamenti, in Italia, vengano destinati alla società civile. Solo pensando ai tagli allo stato sociale che colpiscono e colpiranno bambini, donne, anziani e persone con disabilità.

Che chiedono, insomma, ciò che è buono e giusto:  diritto a cibo e acqua, lavoro dignitoso, investimenti su giovani e cultura, finanza disarmata, tagli alle spese militari, difesa dei beni comuni e del pianeta, informazione libera, riforma dell’Onu, democrazia partecipativa, società inclusive.

Che chiedono, in fondo, quello che chiedevano i nostri padri, 50 anni fa. Come ricorda Flavio Lotti, coordinatore del Tavolo per la Pace, in un libretto con le foto e i racconti di 19 edizioni di marce per la pace, dal 1961 ad oggi.

Qui sopra vedete la copertina.  Quando domenica scorsa durante la marcia, al banchetto a Santa Maria delle Grazie, sotto Assisi, me lo sono ritrovata tra le mani, mi sono salite le lacrime agli occhi.

Nella serietà,nel coraggio e nel sogno di quelle donne e di quegli uomini, nel bel mezzo della guerra fredda e del rischio atomico, sta l’esempio da seguire.

E da non dimenticare. Mai.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: