Il mostro dentro di noi

il_giornale@batblog Eravamo così convinti che fosse la Jihad islamica a poter progettare  una strage, così,  a sangue freddo, da non riconoscere, da subito, il mostro dentro di noi. Un delirio, quello professato da un giovane uomo nordico, biondo e dai lineamenti delicati, che porta dentro di se’ il lato oscuro di questa era. L’elevazione all’ennesima potenza di campagne di  razzismo, intolleranza e xenofobia, instillate goccia a goccia nella nostra società, a cui, ci stiamo lentamente assuefando.

“Anti-islamista” e “fondamentalista cristiano”. Così  è stato definito Anders Behring Breivik.   Non so, ma perchè non avverto in queste parole una vera presa di distanza dall’odio portato da questo individuo?  Non è lui l’assassino, il carnefice, l’autore della strage in Danimarca? O in fondo usando proprio quegli aggettivi diamo per scontato lo scontro tra religioni e “inciviltà”?

Chi sono le vittime sacrificali della nostra ignavia?  I ragazzi  e le ragazze di Utoya, rei di voler continuare a sognare un mondo di pace, tolleranza e convivenza tra i popoli. E che oggi, Vittorio Feltri su Il Giornale, ha definito  “quei giovani incapaci di reagire“.

“Qualcuno dovrebbe dirgli qualcosa”, dice Dino Amenduni su “Il fatto quotidiano“. Che ricorda le parole del Primo Ministro norvegese: “Al male reagiremo con più democrazia e più umanità.” 

Già.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: