Prima del festival di Sanremo…

Sulla Scuola - Mantova 2009

Sulla Scuola -@rosybattaglia batblog

…e dopo le piazze di domenica 13 febbraio, riprendiamo a parlare di problemi “reali”.

Oggi la prima puntata sulla Scuola. Sinonimo di riscatto, sviluppo, futuro.

Partiamo dall’inizio. Chi si sta apprestando ad iscrivere i propri figli alla scuola primaria si scontrerà, finalmente, con gli effetti “meritocratici”  (così definiti stanotte a Tg3  da Matteo Salvini) della “Riforma Gelmini”.

Niente polemiche ( si fa per dire) ma sappiatelo: sarete voi a decidere, per cui la colpa è, in ogni caso, tutta vostra. Secondo il Ministero dell’Istruzione infatti, il  “tempo scuola” (cioè le ore di lezione frontale), sarà quello richiesto dalle famiglie (24 ore, 27 ore, 30 ore e , addirittura le 40 ore). Ovviamente parliamo di scuola “pubblica”.

Non c’è trucco non c’è inganno, se diciamo che lo stesso Ministero ha ridotto l’organico, eliminato le copresenze e portato sull’altare la figura del maestro prevalente che tutto da solo, però, non può fare.

Per cui nel compilare i moduli  di iscrizione potrete, sì, valutare il monte ore più adatto a vostro figlio e a voi.  Ma, di fatto, docenti e dirigenti vi diranno (come è capitato alla sottoscritta) che “potete scegliere tra le 24 o le 27 ore” oppure  “richiedere le 30 o le 40”. Ma in questi ultimi due casi “nei limiti dell’organico assegnato”. Dal Ministero, ovviamente. Ricordando poi, che le scuole che non avevano già 40 ore settimanali di docenza gli scorsi anni, possono solo regredire all’orario ridotto.

Eravate tutti contrari al tempo pieno? I bambini sono troppo stanchi e poi non avranno tempo per danza o pallone? Le mamme lavoratrici non sanno come impiegare nonne e baby setter disoccupate? Non preoccupatevi! Con il modello “part-time” a 24 ore settimanali i nostri pargoli avranno a disposizione tutti i pomeriggi per svolgere quelle attività “non attinenti” al “tempo scuola”.

Già, perchè non avranno tempo di giocare, ma dovranno impiegarlo a fare i compiti o recuperare quanto non fatto a lezione, visto che verranno eliminate dalle 3 alle 16 ore di studio, rispetto a chi ha frequentato le stesse classi negli anni scorsi.

Altri vantaggi? Il coinvolgimento nell’allegra gestione del “tempo famiglia” dettato dal Ministrero di chi più ne ha, più ne metta.  Con buona pace per le madri che non potranno seguire i propri figli, perchè “costrette” a lavorare, (“non lo prescrive mica il dottore il lavoro per le donne”, come disse il buon Giovanardi  alla Conferenza sulla Famiglia lo scorso novembre)…

Quindi, via al ritorno delle lezioni private per i più ricchi e altre amene iniziative culturali e sportive, a pagamento, per chi se le può permettere. Il ritorno al “doposcuola”, invece, sarà la certezza per i più poveri (cioè la maggioranza). Ovviamente non gestito dalle insegnanti del mattino, cioè della “Scuola”,  ma dai “Comuni” con educatori provenienti da cooperative.  Amministrazioni  che, siamo sicuri, privilegeranno qualità educative e non appalti al ribasso a 3 euro l’ora netti per gli operatori, visto le grandi risorse economiche a disposizione nei bilanci, grazie al federalismo in arrivo.

Se invece siete così sfortunati da avere docenti che cercano di mantenere le 27 o le 30 ore con i denti, i vostri bambini potrebbero avere, alternativamente,  tre pomeriggi di “rientro” oppure due su cinque. E se  proprio, proprio, dovrete, ancora, lavorare, vi divertirete come matte e matti (coinvolgiamoli un po’ questi papà, eh) nella gestione dello scacchiere pomeridiano.

Nell’orecchio ho ancora  l’ eco di certe affermazioni: “La scuola non è un parcheggio”. E’ vero. Fino a ieri non lo era, forse.

Di certo lo diventerà da settembre.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: