Ci sono cose che nessuno ti dirà…

Questa è la colonna sonora del post.

Marea nera nel mare di Oristano, fino a Santa Teresa di Gallura. Sommersi dalla melma mediatica non vediamo neanche più il catrame che invischia le nostre spiagge. Il video qui.

Donne senza lavoro e che non hanno la forza per cercarsene uno. Né di mendicarne uno al premier. E che non hanno voglia di diventare oggetto di “dibattito politico“. Grazie a Lorella Zanardo per le sue riflessioni in cui mi ritrovo.

Sotto silenzio sono partiti i test di italiano per i cittadini migranti che vivono in Italia. Ad Asti e a Firenze i primi esperimenti, mentre a Varese si preparano i banchi. Poche le voci di dissenso. Almeno quelle registrate dalla mia RSS ( rassegna stampa strong, please) in Emilia e a Roma,  grazie all’intervista di Marta Bonaffoni di Radio Popolare Roma che potete ascoltare qui.

Dulcis in fundo:

Precari: solo 3 giorni per presentare i ricorsi sui contratti a termine irregolare. Grazie al “collegato lavoro” (alzi la mano chi è riuscito a sentire qualche notizia in merito soprattutto se non ascolta radiopopolare o legge l‘Unità), scade il 23 gennaio il termine ultimo e inesorabile per presentare ricorso contro il datore di lavoro, nel caso si ritenga di aver avuto o di aver ancora in essere un contratto a termine non regolare ( o che dovrebbe essere indeterminato). Equiparando la scadenza di un contratto ad un licenziamento. Qui il video della CGIL che ben riassume a mio parere i termini della questione.

La mia osservazione?  La definizione “legge tagliola” ben si confà. In ogni caso mettiamo un lavoratore “atipico”, magari in attesa del rinnovo del contratto, nel dilemma se denunciare il datore di lavoro (che può essere un azienda profit, ma anche no-profit o del terzo settore) e/o perdere il lavoro e basta. E, in questo caso, non c’è stato nessun referendum, il tutto è passato per legge, direttamente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: